Perché chiedersi quanto costa un e-commerce oggi?

Il prezzo di un e-commerce è uno degli argomenti più cercati su internet negli ultimi anni. Gli imprenditori possono aumentare i guadagni grazie all’uso di questo strumento.
I costi di un e-commerce possono variare da zero euro a ben oltre centomila euro, se consideriamo una media azienda. Quindi in un range così ampio di prezzi ti domandi quanto costerà a te realizzare un e-commerce.

Il primo punto da chiarire, è che il costo di un e-commerce non dipende da quanto vuoi spendere. Se stai pensando di realizzare un e-commerce, devi considerare gli obiettivi che vuoi raggiungere.
Il modo più facile è s quello di partire dagli obiettivi raggiunti fino ad oggi con il tuo negozio tradizionale, ed espanderli.
Analizza pro e contro di un negozio fisico, poi di un e-commerce, tenendo conto anche del contesto in cui fai business.

Immagina come cambierebbe il tuo modo di lavorare passando da un negozio tradizionale ad un negozio virtuale.

Prima dei costi dell’e-commerce pensa ai guadagni.

  • Quanto spero di guadagnare?
  • Quanto tempo libero vorrei avere?
  • Cosa vorrei fare con un margine di guadagno più elevato?

Questa premessa, ti aiuta a valutare bene i tuoi obiettivi, e soprattutto il tempo che sei disposto a mettere in conto.
Realizzare un e-commerce non è come realizzare un sito web: occorre molto più tempo. Le vendite non sono immediate. Devi costruire un progetto a medio termine, che andrà poi consolidato ed ampliato sul lungo termine. Ad esempio un e-commerce per la gastronomia avrà requisiti ed obiettivi diversi da un e-commerce di abbigliamento. Le soluzioni non sono tutte uguali.

Quanto costa un e-commerce?Salvadanaio con maialino in cima

  • Traduzione dell’idea in un progetto.
  • Piano di marketing.
  • Realizzazione e-commerce (la scatola).
  • Mantenimento, assistenza e sicurezza.
  • Costruzione dell’esperienza utente.
  • SEO e copywriting.
  • Social media strategy.
  • Pubblicità su internet.

Molte persone sono ancora convinte che il costo di un e-commerce sia esclusivamente la scatola.

La scatola è gratis. 

Puoi cercare su Google prodotti open source liberamente scaricabili ed utilizzabili come:

Esistono centinaia di forum e di gruppi sui social, dove utenti come te, scambiano info per risolvere problemi. Preparati quindi ad avere numerosi problemi e a doverli risolvere.
La domanda giusta è sempre la stessa:

il tuo progetto è diventare un tecnico di e-commerce oppure vendere prodotti?

Diventare un tecnico di e-commerce serve a poco, perché non esiste. Per realizzare un e-commerce occorrono diverse figure professionali con esperienza.

Il giusto prezzo dell’e-commerce

Ora che il problema non è più “quanto costa un e-commerce”, ci serve un metodo per valutare il giusto prezzo per il progetto che intendiamo sviluppare.
In ambito di vendita online, ogni progetto è diverso, ogni e-commerce è unico e personalizzato, o così dovrebbe essere.

Di conseguenza non possono esistere prezzi standard, se non per le scatole, che da sole sono inutili. Tuttavia ci sono alcuni elementi nello sviluppo di un e-commerce, che possono determinare un costo maggiore di altri, e sono i seguenti.

1. Il target geografico dell’e-commerce.
2. Il valore medio di vendita dei prodotti.
3. La tipologia dei prodotti da vendere.
4. La scalabilità del progetto.
5. La sicurezza della piattaforma.
6. La gestione di prevendita e postvendita.
7. Il seo ed il copywriting.
8. Il budget pubblicitario adeguato.
9. La presenza di un brand più o meno consolidato.

Partire ad esempio con WooCommerce, con PrestaShop oppure con Magento non ha il medesimo costo. Anche se di base le scatole vuote possono essere scaricate ed usate gratuitamente, la loro messa su strada è costosa.

Ad esempio Magento è più complesso, e la sua personalizzazione costa di più, ma offre caratteristiche indispensabili per alcune tipologie di progetto. Un progetto realizzato con WooCommerce potrebbe essere inizialmente meno costoso, ma pone dei limiti. Ci sono diverse considerazioni da fare, ed il rischio è quello di non saper prevedere come muoversi.

Stessa cosa vale per le diverse professionalità che vengono utilizzate nello sviluppo dell’e-commerce. In sintesi per avere un e-commerce bastano poche centinaia di euro ed una settimana di lavoro. Ma la stessa cosa vale per un selfie con un attore famoso: dopo il selfie non è cambiato nulla. Per vendere con un e-commerce invece, serve un progetto ben fatto, un budget pronto di alcune migliaia di euro, ed almeno un anno di preparazione.

La garanzia di tale impegno, consiste nel fatto che ogni cento e-commerce che non vendono, qualcuno riesce a vendere. Quindi non c’è una reale concorrenza spietata, perché la maggior parte di negozi mettono online scatole vuote, e pochi realizzano veri e-commerce.

Share This